I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Logo 01
Content
Top

Stai aspettando per l’upgrade ad iPhone 8 ? Non sei il solo...

Ormai sappiamo tutti come funziona: ogni anno Apple lancia un nuovo iPhone e i clienti più accaniti si precipitano a comprarlo.

O almeno, così è sempre stato. Ma quest’anno assistiamo a un incremento delle vendite del vecchio modello iPhone 7, mentre i nuovi iPhone 8 non vanno a ruba come i predecessori, secondo un’analisi pubblicata pochi giorni or sono.

Le vendite dell’iPhone 7 sono più alte delle vendite dell’iPhone 6 al momento della commercializzazione dell’iPhone 7, secondo un recente report di John Vinh, analista della KeyBank Capitol Markets. Il report, che Apple ha preferito non commentare, è basato sui dati forniti dalle aziende di spedizione.

A prima vista, può sembrare strano riscontrare l’aumento delle vendite di un vecchio telefono nel momento in cui uno nuovo è sul mercato. In realtà, vi sono diverse ragioni per questo fenomeno. I risultati dell’indagine indicano che molti consumatori sono interessati ad acquistare vecchi iPhone a prezzi più bassi che in passato. Infatti, il prezzo dell’iPhone7 è diminuito, con evidente convenienza per chi può scegliere di cambiare telefono e pagare di più per le nuove caratteristiche dell’iPhone 8, quali la ricarica wireless o la fotocamera ulteriormente migliorata.

Tali tendenze di mercato sembrano riflettere un principio più generale: i consumatori non sono più disposti a cambiare spesso il proprio smartphone per acquistare l’ultimo modello in commercio, come avveniva in passato, forse perché sta diminuendo il numero delle innovazioni davvero importanti che vengono aggiunte ad ogni nuova generazione iPhone. Gli analisti, di fronte al rallentamento del tasso di crescita del mercato smartphone, segnalano da anni questa trasformazione. La settimana scorsa, AT&T ha registrato nel terzo trimestre del 2017, un minor numero di passaggi a smartphone superiori (upgrade) pari a 900mila unità rispetto all’anno precedente.

Secondo l’analista di Key Bank, è probabile che l’iPhone 8 sia messo in ombra dall’imminente lancio dell’iPhone X. Il feedback dai punti vendita, scrive Paul Vinnh, rivela che i clienti stanno rinviando l’acquisto per passare direttamente all’iPhone X oppure per valutarne le caratteristiche prima di comprare l’iPhone 8.

Apple era solita pubblicare i risultati delle vendite relativi al primo weekend di commercializzazione dei nuovi modelli smartphone. La consuetudine è stata però sospesa nel 2016 con l’uscita dell’iPhone 7. All’epoca, Apple dichiarò al Wall Street Journal che tali cifre non erano più significative, visto che le vendite andavano spesso in “tutto esaurito”. In altri termini, le vendite dipendevano principalmente dal numero di telefoni prodotti, invece che dal numero di persone che desideravano acquistarli. Nel prossimo report finanziario, l’azienda dovrà fornire agli investitori cifre più chiare sulle vendite dei modelli iPhone 8 e iPhone 8 Plus.

Ciò che è chiaro, comunque, è che la decisione di Apple di lanciare un modello top di gamma superiore ad iPhone 8 e iPhone 8 Plus sta cambiando in modo sensibile, in questo periodo dell’anno, il comportamento dei consumatori nei confronti dei nuovi smartphone.

Ad ogni modo, non potremo sapere se i fan di Apple sceglieranno o meno l’upgrade dei propri modelli fino a quando iPhone X non sarà in commercio, con l’elenco completo degli smartphone in vendita. Per ora, secondo gli analisti, il rallentamento delle vendite di iPhone 8 rappresenta solo un campanello di allarme, più che un motivo di panico per i produttori.

“Consideriamo la tendenza come moderatamente preoccupante”, ha scritto Paul Vinh.

© 2017, The Washington Post